5€ de descuento en tu primera compra !Apúntate ahora!

pareja cocinando saludable

Benefici di un’alimentazione sana e aspetti da considerare

14 minutos 1271 views

Quando si parla di alimentazione sana o di dieta sana, spesso si pensa all’aspetto fisico e al peso, ma una corretta alimentazione va ben oltre.

Sebbene sempre più persone siano consapevoli delle ripercussioni, nel bene e nel male, di ciò che ingeriamo, molti dettagli ancora ci sfuggono.

Per aiutarvi a comprendere meglio la portata di un’alimentazione corretta e completa, questa volta vogliamo parlare dei benefici di una sana alimentazione.

New Call-to-action

I benefici di un’alimentazione sana

Una dieta sana, in grado di fornire all’organismo tutto ciò di cui ha bisogno, apporta molti aspetti positivi. Una dieta scorretta, invece, può ridurre notevolmente la salute e il benessere generale.

Per questo è importante fare attenzione a ciò che mangiamo e alle abitudini che acquisiamo nel modo di mangiare fin dall’infanzia.

Alcuni dei benefici di un’alimentazione sana che vale la pena menzionare sono:

  • Ci fornisce l’energia di cui abbiamo bisogno.
  • Favorisce il corretto funzionamento dell’apparato digerente.
  • Ci aiuta ad affrontare in modo sano situazioni particolarmente impegnative, come la gravidanza e l’allattamento.
  • Favorisce il rafforzamento delle ossa.
  • Stimola il sistema immunitario.
  • Rafforza i muscoli.
  • Promuove e mantiene sani pelle, denti e occhi.
  • Aiuta a raggiungere e mantenere un peso sano.
  • Riduce il rischio di malattie cardiovascolari e di altre patologie come il diabete e diversi tipi di cancro.
  • Ci aiuta a vivere meglio e più a lungo.

Come godere dei benefici di una dieta sana?

Per godere di tutti i vantaggi sopra menzionati, dobbiamo assicurarci di raggiungere alcuni obiettivi.

Da un lato, la nostra dieta dovrebbe essere varia. Ciò significa che, in teoria, dovremmo mangiare alimenti di tutti i gruppi alimentari: carne, pesce, verdura, frutta, ecc.

D’altra parte, dobbiamo assicurarci che il nostro modo di mangiare sia equilibrato. In altre parole, dobbiamo mangiare i diversi alimenti nelle giuste quantità e in modo proporzionato.

Per garantire varietà ed equilibrio nelle nostre assunzioni, possiamo utilizzare, ad esempio, il Piatto della Salute o il Piatto di Harvard.

Questa utile risorsa consiste in un semplice schema che, in modo molto visivo, ci aiuta a creare piatti con porzioni adeguate dei diversi alimenti che dovremmo mangiare a ogni pasto.

È più intuitivo e facile da capire rispetto alle classiche piramidi nutrizionali.

Oltre a quanto detto sopra, per sfruttare al massimo i benefici di un’alimentazione sana, è necessario distribuire in modo appropriato le assunzioni.

In altre parole, dobbiamo garantire al nostro corpo l’energia e i nutrienti di cui ha bisogno durante la giornata.

A tal fine, è fondamentale non saltare i pasti e rispettare gli orari. È anche importante evitare di mangiare una mela o una barretta di cioccolato a pranzo e un banchetto la sera, poco prima di andare a letto.

L’ideale sarebbe consumare almeno quattro pasti al giorno, distribuendo l’apporto calorico più o meno come segue:

  • Colazione: 20-25%;
  • Alimenti: 30-35%;
  • Spuntini: 15-20%;
  • Cena: 20-25%.

Cose da considerare per un’alimentazione sana

Non dobbiamo confondere il non mangiare “schifezze”, fast food e cibi ultra-lavorati con una dieta sana.

Sebbene quanto sopra sia altamente auspicabile e debba essere evitato, un’alimentazione sana comporta molti altri aspetti.

Una delle più importanti è quella di riuscire a fornire al nostro corpo ciò di cui ha bisogno in ogni momento.

Non è la stessa cosa per una donna in menopausa e per una persona giovane che svolge un’attività fisica quotidiana impegnativa.

Esistono differenze non solo tra le principali fasi della vita (infanzia, giovinezza, età adulta, maturità e vecchiaia), ma anche tra situazioni e periodi di vita specifici. Ad esempio:

  • In preparazione alla maratona in modo tempestivo.
  • In tempi di forte richiesta e stress sul lavoro.
  • Quando siamo in convalescenza dopo una malattia o un’operazione.
  • Durante la gravidanza, il post-partum e l’allattamento.

Inoltre, dobbiamo sempre prestare attenzione a tutte le particolarità che possono interferire con una dieta varia ed equilibrata.

In questo modo possiamo valutare se è necessario integrare la nostra dieta, in che misura e con quali nutrienti.

Ad esempio, se abbiamo bisogno di potenziare il collagene e di fornire al nostro organismo un supplemento di vitamina C e/o di vitamina B7, possiamo integrare la nostra dieta con i peptidi di collagene idrolizzato.

Questions-relatives-a-une-alimentation-saine-a-considerer

Grazie al collagene che fornisce, questo integratore aiuta a nutrire e rigenerare i tessuti, soprattutto quelli che fanno parte delle articolazioni, delle ossa e della pelle. Inoltre, contenendo anche vitamina C, favorisce la formazione endogena di collagene e una maggiore densità di questo componente essenziale del nostro organismo.

Anche per i vegani è possibile seguire una dieta sana e godere dei benefici del collagene con Living Silica Plant-Based.

Se invece il consumo di pesce e di altri alimenti ad alto contenuto di metalli pesanti, come l’alluminio, è eccessivo, è nel nostro interesse integrare un integratore per contrastare questo squilibrio nella nostra dieta.

Un esempio è Siliplant G7, il cui ingrediente principale è il silicio organico che, in quanto chelante dei metalli pesanti, aiuta a eliminare e disintossicare i metalli pesanti.

In entrambi i casi, le particolarità che interferiscono con la nostra corretta alimentazione possono essere dovute a una scelta o a una costrizione dovuta, ad esempio, a situazioni quali:

  • Preferenze alimentari che possono portare a carenze (rifiuto di alcuni alimenti, gusti, odori o consistenze) o eccessi (particolare appetito per alcuni alimenti).
  • Diete speciali come quella vegana, vegetariana stretta o vegana cruda.
  • Diete restrittive per motivi di salute o patologici, con alimenti o gruppi di alimenti che non possiamo consumare o che il medico ci limita fortemente a causa di qualche patologia o condizione di salute. Questo accade, ad esempio, in caso di allergie e intolleranze, colesterolo alto, acido urico alto, ecc.
  • Diete restrittive per la perdita di peso.
  • Esistenza di una menomazione, dovuta a una patologia cronica recuperabile o a una situazione idiopatica.

Conclusione

In definitiva, visti i benefici di un’alimentazione sana, vale la pena di fare uno sforzo per mangiare bene.

Il nostro corpo e il nostro benessere generale ci ringrazieranno a breve, medio e lungo termine e sarà il miglior investimento per godere appieno di tutte le fasi della nostra vita.

New Call-to-action

Lascia un commento

Non ci sono commenti

​ ​