5€ de descuento en tu primera compra !Apúntate ahora!

qué es realfooding: comida real del campo a tu mesa

Cos’è il realfooding: tutto quello che c’è da sapere su questo metodo

11 minutos 97 views

È una delle ultime tendenze dell’alimentazione sana e sostenibile. Realfooding si impegna a consumare cibo vero. In altre parole, si tratta di un metodo in cui si scartano gli alimenti ultra-lavorati e si scelgono quelli freschi o minimamente lavorati.

È un movimento che guadagna ogni giorno sempre più seguaci. I vantaggi del realfooding sono molti, sia per voi che per l’ambiente. Abbiamo preparato questo articolo per aiutarvi a valutare se volete unirvi a questa tendenza.

Scoprite cos’è il realfooding, quali sono i suoi benefici e un esempio di ciò che potete mangiare in un giorno se scegliete alimenti “veri”.

Che cos’è il realfooding?

Più che una dieta, il realfooding è uno stile di vita che promuove il consumo di alimenti sani. Carlos Ríos è il nutrizionista alla base del movimento che oggi ha un enorme seguito. I Realfooder apprezzano il cibo senza artifici o additivi.

Per i realfooders, la salute riguarda il tipo di cibo che mangiamo e la sua lavorazione, non tanto i nutrienti o le calorie. La verità è che spesso ignoriamo il grado di lavorazione di ciò che mangiamo, trascurando gli effetti che ha sull’organismo.

Per sapere cosa mangiare in un giorno o le ricette che si possono realizzare, è essenziale sapere come realfooding classifica gli alimenti.

Tipi di cibo

Gruppo 1: alimenti freschi

Les-bases-du-realfooding

Sono tutti alimenti che non subiscono alcun trattamento. Come si dice: dal campo alla tavola. Questo gruppo comprende frutta, verdura, tuberi e radici, legumi, uova, ortaggi, carne, pesce, noci e frutta secca…

Gruppo 2: alimenti poco elaborati

Sia che si tratti di prodotti artigianali o lavorati industrialmente, questo gruppo comprende alimenti in cui non sono stati coinvolti più di 5 ingredienti nel processo. Un esempio è il formaggio o la marmellata.

Questo gruppo comprende anche: latte, yogurt, cioccolato fondente (oltre il 70% di cacao), legumi cotti, pesce in scatola, alimenti surgelati, alimenti sottovuoto…

Gruppo 3: alimenti ultraprocessati

Gli alimenti di questo gruppo non sono adatti a una dieta realfood. Per ottenerli sono necessari molti ingredienti e additivi, motivo per cui il movimento realfooding li considera poco salutari.

In questo gruppo troviamo zuppe istantanee, pizze precotte, patatine fritte, hamburger, prodotti da forno industriali, succhi di frutta, bibite, salse commerciali, gelati, pane bianco, ecc.

Le basi del realfooding

  • Una vita sana è fatta di cibo vero.
  • Per ottenere il vero cibo, bisogna cucinare.
  • L’attenzione è rivolta al cibo, non alle calorie.
  • La principale fonte di cibo vero è il mercato, non il supermercato.
  • Gli alimenti ultra-lavorati fanno male alla salute.

Vantaggi del realfooding

È stato dimostrato che gli alimenti ultra-lavorati possono portare all’obesità, al diabete di tipo 2, a varie malattie cardiovascolari e persino ad alcuni tipi di cancro.

Al contrario, mangiare cibo vero è molto benefico per la salute perché:

  • Sono nutrienti.
  • Aiutano il transito intestinale.
  • Ridurre al minimo il consumo di zucchero.
  • Prevengono malattie come l’obesità, l’ipertensione e il diabete.

In altre parole, il cibo vero fornisce tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno e ci aiuta a evitare i prodotti con calorie vuote che sono dannosi a lungo termine. Il Realfooding ci permette di avere un rapporto molto più sano con il cibo.

Pertanto, uno stile di vita sano, basato su alimenti veri e propri, esercizio fisico e riposo, vi porterà indubbi benefici.

Un giorno in cui si mangia solo cibo vero

Les-bienfaits-du-realfooding

Vediamo come sarebbe un menu giornaliero basato su cibi veri.

  • Per una colazione completa: scegliete fette biscottate preparate con pane integrale e lievito madre. Si possono preparare con prosciutto, formaggio, uova strapazzate, pomodoro e olio d’oliva. Completate la colazione con un frutto.
  • Per il pranzo, potete grigliare carne o pesce e servirli con un’insalata. Se preferite le proteine vegetali a quelle animali, scegliete piatti a base di legumi.
  • Per lo spuntino sono preferibili frutta e noci, ma si può anche mangiare uno yogurt o un piccolo panino al tonno, ad esempio.
  • Per una cena più elaborata si può preparare una ratatouille di verdure e uova in camicia.

Per completare uno stile di vita sano, si può aggiungere alla dieta un integratore alimentare che aiuti a colmare alcune carenze, soprattutto dopo i 40 anni. A questa età, infatti, l’organismo comincia ad avere più difficoltà a produrre collagene.

Alcuni integratori che possono aiutare a promuovere la produzione di collagene sono:

  • Living Silica Collagen Booster combina due tipi di silicio organico – acido ortosilicico e monometilsilanotriolo – per aiutare a rimuovere l’alluminio dal cervello, migliorare l’aspetto di capelli e unghie, generare più collagene e migliorare i problemi articolari. Questo integratore vi aiuterà senza dubbio a migliorare la qualità della vostra vita e le vostre prestazioni atletiche, oltre ad esaltare la vostra bellezza naturale.
  • Silicium G7 Original, il più famoso prodotto anti-età a base di silicio. Questo oligoelemento aiuta a eliminare le tossine dall’organismo, depura il fegato e migliora l’apparato digerente. Insieme a un’alimentazione sana, il silicio può contribuire a migliorare la produzione di collagene, di cui beneficeranno anche la pelle, i capelli e le unghie.
New Call-to-action
New Call-to-action

Come si vede, una dieta sana basata su alimenti veri può avere molteplici benefici per la salute. Combinando un riposo adeguato, l’attività fisica e integratori come il silicio, potrete godere di uno stile di vita piacevole che vi aiuterà ad affrontare meglio l’ineluttabile passare del tempo.

New Call-to-action

Lascia un commento

Non ci sono commenti

​ ​