5€ de descuento en tu primera compra !Apúntate ahora!

Mujer hace masaje en rampas de los pies

Come prevenire e trattare le crampi alle gambe?

11 minutos 1032 views

Avvertite piccoli crampi o contrazioni muscolari alla pianta del piede dopo aver corso o fatto attività fisica? I crampi ai piedi possono comparire senza preavviso e provocare un certo dolore, quindi è bene sapere come affrontare il problema e trovare delle soluzioni.

New Call-to-action

Cosa sono le crampi alle gambe?

Le crampi alle gambe sono piccole contrazioni involontarie e localizzate di un intero gruppo muscolare dei piedi che possono durare da secondi a minuti.

Il crampo muscolare associato all’esercizio (EAMC) è un evento che si verifica frequentemente durante o dopo un’attività fisica più o meno intensa, a causa della disidratazione o di uno squilibrio elettrolitico, anche se esistono altre cause come i disturbi neurologici.

Come descritto nella National Library of Medicine (NIH), la crampi plantare è causata da un’eccessiva stimolazione dei muscoli delle dita e della pianta del piede, di solito provocata da un eccessivo esercizio fisico o da uno sforzo della zona, che può portare a fastidiosi crampi o spasmi muscolari. Una condizione che può insorgere all’improvviso nel bel mezzo della vostra routine di esercizio fisico, che sia durante la corsa o anche durante una sessione di yin yoga, per esempio. In quel momento, si può avvertire un forte mal di pancia, che impedisce di continuare la pratica.

La crampi alle gambe è solitamente causata da crampi che si verificano quando si cammina a piedi nudi, anche se spesso è causata anche dall’uso di calzature inadeguate, oltre che da altri fattori. In ogni caso, si tratta di una condizione di cui soffrono sia uomini che donne, poiché è una complicazione dovuta a varie cause che si verificano nell’arco del piede, ma nella maggior parte dei casi è un problema prevenibile e curabile.

Cause e modalità di prevenzione dei crampi alle gambe

Le crampi alle gambe possono essere causate da una serie di fattori, ma i più comuni sono associati a:

1. Sovrastimolazione muscolare

Proprio come una digestione pesante se si mangia troppo, correre troppo a lungo o forzare un allenamento può mettere sotto stress le dita dei piedi, che possono irrigidirsi e far soffrire il resto della pianta del piede con i temuti crampi. Pertanto, non forzare un allenamento riduce il rischio di crampi ai piedi.

2. Carenza di minerali e disidratazione

Ramponi e crampi alle piante dei piedi sono spesso causati da carenze di minerali (soprattutto magnesio, calcio e potassio). Questo perché durante l’esercizio fisico si tende a sudare, il che porta all’espulsione di elettroliti e minerali, ingredienti necessari per il corretto funzionamento dei muscoli. Questa carenza può portare a spasmi, crampi e contrazioni indesiderate, da cui l’importanza dell’idratazione durante una sessione di esercizio.

3. Scarpe troppo strette e costrittive

Indossare scarpe troppo strette o troppo poco aderenti è un’altra causa. In estate i piedi si gonfiano un po’ di più e questo può portare a una scarsa circolazione sanguigna se non si riesce a muovere bene le dita. Questa tensione può portare a formicolii e persino a crampi, quindi le calzature sono molto importanti quando si tratta di prevenire le crampi dei piedi.

4. Mancanza di esercizio fisico

Oltre al troppo esercizio fisico, anche il troppo poco esercizio fisico può portare a spasmi muscolari nelle piante dei piedi a causa di uno stile di vita sedentario, in quanto i muscoli che sono attivi quotidianamente sono meno inclini agli spasmi, mentre una totale mancanza di movimento espone e predispone maggiormente le piante dei piedi ai crampi muscolari. 

5. Invecchiamento

Anche l’età è un fattore scatenante. La rampa del piede compare di solito intorno ai 50 anni, a causa della progressiva perdita di calcio e di elasticità delle ossa. 

Come prevenire la comparsa delle temute crampi del piede ed evitare spasmi o crampi intensi all’arco del piede durante l’esercizio fisico? E in questi casi, come trattarli e alleviare il dolore?

Crampi alle piedi: trattamenti a domicilio

Come possiamo alleviare e trattare le fitte ai piedi in modo semplice?

1. Stretching e massaggi delicati ai piedi

Allungare le piante dei piedi, estendendole, allungandole e flettendole, massaggiandole delicatamente, dalle dita ai piedi, è un buon modo per prevenire l’insorgere dei crampi. Oltre a prevenire la fascite plantare, muovere regolarmente le piante dei piedi, allungare e flettere le dita è un modo semplice per trattare i crampi ai piedi.

Inoltre, il massaggio plantare può ridurre le fitte muscolari o i crampi ed è un modo per accelerare la guarigione dei tessuti leggermente lesionati, nonché per ridurre il tessuto cicatriziale che può essere presente nei piedi dopo un infortunio.

2. Applicazione del calore

L’applicazione di calore sulla zona è un metodo naturale molto efficace per alleviare i crampi muscolari, compresi quelli ai piedi. Migliora la flessibilità di legamenti e tendini, riduce il dolore e migliora il flusso sanguigno e la circolazione.

Tuttavia, non è consigliabile applicare il calore sulle aree infiammate, ma solo dopo che il dolore e il gonfiore si sono attenuati.

Inoltre, esistono alcuni trattamenti casalinghi per alleviare il dolore e curare le crampi dei piedi. Balsami e creme aiutano a lenire rapidamente il dolore. Il gel Silicium G5, arricchito con la più alta concentrazione di silicio organico, contiene vitamina E, penetra rapidamente attraverso la pelle per trattare le articolazioni.

In breve, il gonfiore ai piedi è un disturbo comune che può essere trattato esercitando correttamente i muscoli, seguendo una dieta sana e rafforzando le ossa e le articolazioni con le capsule G7 Activ+, una formula innovativa a base di silicio organico contenente magnesio e vitamina C che riduce il dolore, l’infiammazione e rigenera la cartilagine.

Lascia un commento

Non ci sono commenti

​ ​