5€ de descuento en tu primera compra !Apúntate ahora!

Cómo tratar las cicatrices y mejorar el aspecto de la piel

Come trattare le cicatrici e migliorare l’aspetto della pelle

11 minutos 800 views

Volete scoprire come trattare le cicatrici? Allora bisogna innanzitutto capire come si formano e quali tipi esistono. Le cicatrici si formano quando il nostro corpo subisce una lesione tale che l’agente causale attraversa lo strato epidermico della pelle e raggiunge il derma.

Dopo una ferita, il primo passo dell’organismo per guarire è fermare l’emorragia. Il sangue si coagula e il corpo attraversa una fase infiammatoria in cui i globuli bianchi combattono i batteri. Una volta superata questa minaccia, si forma l’inizio del tessuto cicatriziale, come una crosta.

La pelle è composta da uno strato esterno chiamato epidermide, dal derma sottocutaneo e dal grasso. Se il taglio è abbastanza profondo da raggiungere il derma, è probabile che si formi una cicatrice. Ciò è dovuto ai diversi tipi di collagene che compongono questo strato di tessuto.

New Call-to-action

Quando il derma è danneggiato, la proporzione di collagene cambia e la pelle guarisce in modo non uniforme, perdendo omogeneità e lasciando cicatrici.

Tipi di cicatrici

La probabilità di avere una cicatrice e il suo successivo aspetto variano a seconda dell’età della persona e della posizione della ferita. La pelle più giovane, più capace di rigenerarsi, tende a produrre cicatrici più grandi e spesse rispetto a quella più vecchia. Il segno visivo più comune di una cicatrice è lo scolorimento, anche se si possono avere cicatrici rossastre o scure; esse si distinguono dal resto della pelle perché sono in rilievo.

Diversi fattori, come lesioni, ustioni, acne, allergie e trattamenti medici, possono lasciare cicatrici difficili da trattare. Le cicatrici sul viso, ad esempio, sono più difficili da rimuovere completamente, anche se possono diventare più chiare con il tempo.

Comment-traiter-les-cicatrices-types

Se volete sapere come trattare le cicatrici, vi interesserà scoprire quali sono i tipi più comuni. Essi sono i seguenti:

  • Cicatrici cheloidi: queste cicatrici in rilievo si allontanano dai bordi della ferita originale, assumendo un aspetto grumoso e irregolare, in cui possono emergere protuberanze distinte.
  • Smagliature: quando la pelle si restringe o cresce rapidamente a causa di variazioni di peso o di cambiamenti fisici come la gravidanza, il tessuto connettivo si rompe e crea le cosiddette smagliature. Si presentano come linee bianche, marrone scuro, viola o rosse.
  • Cicatrici atrofiche: note anche come cicatrici ondulate, hanno spesso un aspetto infossato, con una consistenza irregolare che le rende più visibili.
  • Cicatrici ipertrofiche: di solito sono spesse e si formano in seguito a lesioni o traumi. Sono più comuni dei cheloidi.
  • Cicatrici chirurgiche o lacerazioni: le ferite sulla pelle dovute a interventi chirurgici o incidenti possono causare questo tipo di cicatrici.
  • Le cicatrici iperpigmentate e ipopigmentate presentano una quantità eccessiva o insufficiente di melanina o emosiderina. Le cicatrici iperpigmentate appaiono più scure della pelle circostante, mentre quelle ipopigmentate diventano più chiare con la guarigione.
  • Cicatrici complesse: le cicatrici che si formano in seguito a ustioni o traumi estesi sono definite cicatrici complesse e spesso si distinguono per la complessità associata alla fase di guarigione.
  • Eritema post-infiammatorio: sebbene non sia classificato dal punto di vista medico come cicatrice, molti esperti di cura della pelle lo trattano come tale. I segni di eritema compaiono subito dopo un’epidemia e possono essere di colore rosso, rosa o viola.
  • Conseguenze dei tatuaggi: se qualcuno subisce un’abrasione o un’esplosione, i corpi estranei possono penetrare nella pelle e lasciare una cicatrice.

Prima di scegliere un trattamento o un altro per curare le cicatrici, è importante avere chiaro il tipo di problema che si sta affrontando. Per cominciare, è necessario determinare il tipo di cicatrice, poiché ogni tipo di cicatrice ha un piano di trattamento che funziona meglio.

Come trattare le cicatrici vecchie e nuove

Alcuni trattamenti funzionano bene per tutti i tipi di cicatrici. È il caso delle seguenti:

  • Olio di cocco: questo olio tropicale ha numerosi benefici per la pelle. È un idratante che può aiutare le ferite a guarire più velocemente. Inoltre, contiene acidi grassi che favoriscono la riproduzione cellulare. È stato dimostrato che uno di questi acidi grassi, la monolaurina, protegge dai batteri.
  • Integrazione di zinco: lo zinco è un minerale importante per favorire la guarigione delle ferite. Contribuisce a ridurre l’infiammazione e a generare la crescita cellulare, che può aiutare a guarire le cicatrici.

Tuttavia, esistono metodi di trattamento delle cicatrici particolarmente adatti alle cicatrici più recenti, come il massaggio. Il modo di applicarlo è, una volta che la ferita è guarita, delicatamente, con movimenti circolari e una leggera pressione. Lo scopo è quello di rompere l’accumulo di collagene nel tessuto sottostante. Alcuni tipi di cicatrici possono sviluppare cordoni o fili stretti di tessuto simile a una corda proprio sotto la pelle. Massaggiando e tirando i filamenti è possibile allungarli e rilassarli, contribuendo a migliorare la consistenza e l’uniformità della cicatrice.

Allo stesso modo, esistono altre strategie che funzionano meglio con le cicatrici più vecchie, come l’applicazione della rosa canina per favorire l’adozione di un tono omogeneo della pelle. Se il prodotto cosmetico naturale utilizzato è arricchito di silicio, i risultati migliorano perché questo componente stimola la produzione di collagene, che è carente nella pelle affetta dal problema.

Come trattare le cicatrici e migliorare l’aspetto della pelle

Comment-traiter-les-cicatrices-peau

Il momento migliore per trattare una cicatrice è il più presto possibile, quando il segno post-infiammatorio è ancora rosso. Il motivo è che ritardare il trattamento e lasciare il tempo di completare la guarigione può far sì che le cicatrici diventino marroni a causa dell’ossidazione, trasformandosi in depositi di ferro più difficili da trattare in futuro.

Oltre a tenerne conto, è importante ricordare che esistono alcuni nutrienti che favoriscono la capacità rigenerativa della pelle e il suo naturale processo di riparazione, come lo zinco e il silicio. Pertanto, oltre alle raccomandazioni da seguire per sapere come trattare le cicatrici, è positivo incorporare nella dieta integratori che li includano. Per esempio, G7 Beauty, che giova alla salute della pelle in generale idratandola, eliminando le macchie e rallentando il processo degenerativo dei tessuti associato all’invecchiamento.

New Call-to-action

Lascia un commento

Non ci sono commenti

​ ​