5€ de descuento en tu primera compra !Apúntate ahora!

Cuero cabelludo quemado por el sol

Cuoio capelluto scottato dal sole

12 minutos 106 views

Avete mai provato il fastidio di un cuoio capelluto bruciato dal sole? Così come la sovraesposizione provoca danni ad altre parti del corpo, essa comporta rischi anche per quest’area. Sappiamo che il sole è sia buono che cattivo. Nella giusta misura apporta molti benefici (combatte la depressione, rafforza il sistema immunitario e mantiene le ossa forti), ma può anche danneggiarci.

Gli effetti variano da persona a persona, a seconda del tipo di pelle, della temperatura, del tempo di esposizione e del livello di protezione. Tuttavia, chiunque abbia sperimentato una scottatura solare ne riconosce i sintomi: una macchia rossa indefinita, il dolore della scottatura e talvolta anche un fastidioso prurito o addirittura la comparsa di una vescica, che si forma nel caso di scottature più gravi.

Se da un lato è fondamentale cercare di evitare di scottarsi il cuoio capelluto e l’attaccatura dei capelli, dall’altro è importante sapere cosa fare nel caso in cui queste zone si scottino. Come si può immaginare, il cuoio capelluto e l’attaccatura dei capelli sono più complicati da trattare a causa dei follicoli piliferi presenti.

New Call-to-action

Se la pelle è esposta a una quantità eccessiva di raggi ultravioletti (UV) della luce solare, si brucia. Qualsiasi pelle esposta può bruciare, compreso il cuoio capelluto. Questo è ciò che accade quando ci abbandoniamo a cattive abitudini, come ad esempio:

Sintomi del cuoio capelluto scottato dal sole

  • Non applicare la protezione solare prima dell’esposizione.
  • Applicare una protezione solare con un indice SPF troppo basso.
  • Non ripetere l’applicazione dopo un certo periodo di tempo.
  • Non utilizzate una protezione solare impermeabile se andate in spiaggia o in piscina.
  • Stare al sole nelle ore centrali della giornata.
  • Non coprire la testa con berretti o cappelli.

I sintomi di una scottatura solare sul cuoio capelluto sono sostanzialmente gli stessi di una scottatura in altre parti del corpo: li riconoscete?

  • Ridensificazione
  • Sensazione di calore o bruciore al tatto
  • Sensibilità o dolore
  • Prurito
  • Piccole ampolle piene di liquido

D’altra parte, è importante tenere presente che in estate si suda di più e questo eccesso di sudore rende il cuoio capelluto irritato e quindi più sensibile. Questo potrebbe peggiorare le conseguenze della nostra esposizione al sole. Se la scottatura è grave, si può anche sperimentare:

  • Febbre
  • Mal di testa
  • Stanchezza
  • Nausea

Ricordate che i primi sintomi di una scottatura solare possono richiedere alcune ore.

L’importanza di evitare le scottature solari su tutto il corpo

Il pericolo va ben oltre il dolore, l’arrossamento e il fastidio a breve termine, perché dopo che la scottatura si è attenuata, rimangono danni duraturi.

Le scottature solari accelerano l’invecchiamento della pelle e sono la causa principale della maggior parte dei casi di carcinoma basocellulare, carcinoma squamocellulare e melanoma, la forma più letale di cancro della pelle.

Cosa succede quando troviamo il cuoio capelluto bruciato dal sole

È noto che i raggi UV hanno un effetto negativo sulla pelle quando non si prendono le dovute precauzioni. Tuttavia, è meno noto che i raggi UV influenzano anche i capelli. Si dice spesso che l’eccessiva esposizione ai raggi UV provochi l’invecchiamento della pelle, ma meno spesso si dice che lo stesso vale per i capelli e il cuoio capelluto.

Quando si è esposti ai raggi UV, le cuticole dei capelli vengono danneggiate per prime. Ciò si traduce non solo in capelli secchi e crespi, ma anche in grovigli dovuti all’attrito tra le ciocche.

Tuttavia, l’effetto sul cuoio capelluto è ancora più profondo. Quando il cuoio capelluto è esposto ai raggi UV, i danni alle cellule provocano effetti negativi anche sui capelli, causandone la caduta e l’assottigliamento.

Mentre i capelli proteggono il cuoio capelluto, con la caduta dei capelli e la perdita di densità, il cuoio capelluto può diventare ancora più esposto ai raggi UV e subire danni ancora maggiori. Questo diventa un circolo vizioso che si ripercuote sulla salute e sull’aspetto di quest’area.

Come curare il cuoio capelluto scottato dal sole

Quando ciò che si cercava di evitare si è verificato e il cuoio capelluto è scottato, è importante applicare una serie di misure di cura nel corso della settimana successiva. È necessario essere coerenti e ricordare:

  • Fare la doccia con acqua fredda o al massimo tiepida. L’acqua calda aumenta il disagio delle scottature.
  • Controllate gli ingredienti di shampoo e balsamo: i solfati vanno evitati, perché possono seccare il cuoio capelluto e creare ulteriori irritazioni.
  • Evitate anche i balsami con dimeticone, che possono ostruire i pori, intrappolare il calore e creare ulteriori danni. La barriera creata da questo silicone sintetico texturizzante secca la pelle e favorisce la crescita batterica.
  • Cercate di limitare l’uso di prodotti per capelli e, soprattutto, scegliete solo quelli che contengono ingredienti naturali.
  • Smettere di usare strumenti per lo styling e l’asciugatura dei capelli. È preferibile che i capelli siano pettinati e asciugati in modo naturale per favorire il processo di guarigione.
  • Lenire il dolore con impacchi freddi, per ridurre lo stress della zona.
  • Prestare particolare attenzione all’idratazione. È bene applicare delicatamente sul cuoio capelluto scottato olio di cocco e gel di aloe vera per alleviare il disagio e favorire la guarigione. Anche la lavanda è benefica.
  • Rimanere idratati. È importante bere acqua durante tutta la giornata per idratare la pelle, soprattutto in estate, quando è necessario aumentarne la quantità e la frequenza.
  • Coprire l’area per proteggerla completamente dal sole. Indossare una cuffia o un cappello durante la guarigione del cuoio capelluto.

Ci sono alcune abitudini da seguire per qualche giorno, fino a quando la zona non si sarà ristabilita. Tuttavia, è utile pensare ad altri che possono prevenire le conseguenze di un cuoio capelluto scottato dal sole in futuro.

Le misure per evitare i dannosi raggi UV, che possono aumentare le probabilità di cancro alla pelle, e godersi l’estate senza scottature sul cuoio capelluto includono:

  • Applicate un SPF 30 (o superiore) che si può trovare sotto forma di nebbie, spray e polveri leggere simili all’aria per ridurre al minimo le radici grasse.
  • Indossare cappelli con protezione solare. I cappelli flessibili e a tesa larga sono i più indicati.
  • Prendetevi cura della vostra pelle e proteggetela tutto l’anno. Sapete che se vi prendete cura della vostra pelle anche durante i mesi i           nvernali e autunnali, sarete più protetti quando sarà esposta alle radiazioni?
  • Scegliete sempre prodotti naturali.

Se si decide di eliminare quelli contenenti sostanze chimiche, si può optare per formule che includono il silicio, che aiuta a mantenere la salute e la bellezza di pelle, unghie e capelli. Ad esempio, è possibile includere Silicium G5 Gel nella propria routine, purché non si abbiano ferite aperte sul cuoio capelluto o ustioni gravi. Si consiglia di applicarlo la sera, prima di andare a dormire, di lasciarlo agire per più ore e, il giorno dopo, di lavare i capelli. Dopo qualche giorno, il disagio delle ustioni si ridurrà.

CTA gel g5

Lascia un commento

Non ci sono commenti

​ ​