5€ de descuento en tu primera compra !Apúntate ahora!

estado emocional dermatitis por estrés

Dermatite da stress: come combattere questo disturbo della pelle

14 minutos 61 views

Le situazioni di stress sono in grado di squilibrare il corretto funzionamento del nostro organismo, soprattutto quando sono prolungate nel tempo.

In effetti, lo stress può scatenare problemi di salute a diversi livelli e in diversa misura, e la pelle è una delle aree del corpo più colpite.

Un esempio è la dermatite da stress, un problema cutaneo di natura infiammatoria che può colpire persone di qualsiasi età. 

New Call-to-action

Che cos’è la dermatite?

In termini generali, la dermatite è una malattia infiammatoria della pelle che provoca la comparsa di eruzioni cutanee, chiamate eczemi, che causano arrossamento e prurito.

Tuttavia, esistono diverse forme di dermatite che differiscono per cause e sintomi, come la dermatite seborroica, la dermatite da contatto, la dermatite erpetiforme o la dermatite atopica, tra le altre.

La dermatite atopica è uno dei tipi più comuni di dermatite. Molti fattori sono coinvolti nel suo sviluppo, ma la causa esatta è sconosciuta.

Tuttavia, è noto che lo stress può essere molto importante nella sua manifestazione e nel suo peggioramento; anzi, in molti casi è il principale fattore scatenante, nel qual caso si parla di dermatite da stress.

Dermatite da stress

Nella dermatite da stress esiste uno stretto legame tra lo stato emotivo e la condizione della pelle, poiché le emozioni e il grado di tensione possono scatenare diverse reazioni a livello cutaneo.

Le situazioni di stress, sia occasionali che croniche, possono portare alla dermatite da stress, ma anche ad altri problemi cutanei, come la psoriasi, che possono essere scatenati o peggiorati da condizioni di stress.

Stress: causa e conseguenza della dermatite atopica

Lo stress può promuovere una risposta infiammatoria in grado di scatenare episodi di dermatite atopica grave, ma i focolai di dermatite possono anche portare a un forte stress e ad altre condizioni psico-emotive, come ansia e depressione.

In altre parole, si tratta di un problema cutaneo che può avere un notevole impatto emotivo e psicologico su chi ne soffre.

In generale, questo accade perché il disagio e il dolore causati dai focolai di dermatite possono essere così intensi che finiscono per condizionare il riposo e la vita quotidiana delle persone colpite.

Siamo quindi di fronte a un problema che spesso si autoalimenta e che, per evitare di entrare in un circolo vizioso, richiede di agire sia a livello cutaneo sia in relazione al benessere emotivo.

Come faccio a sapere se ho la dermatite da stress?

La dermatite atopica da stress è caratterizzata da focolai, per cui di solito esiste un’associazione circostanziale e temporale più o meno chiara nella manifestazione dei sintomi.

In altre parole, quando lo stress è il fattore chiave o la causa scatenante, i focolai tendono a verificarsi in prossimità di situazioni stressanti o di periodi di stress emotivo.

La dermatite da stress può essere sospettata anche quando la tensione psicologica e/o emotiva peggiora i sintomi in corso.

Sintomi della dermatite atopica da stress

Le manifestazioni cutanee causate dalla dermatite tendono a comparire nelle pieghe dei gomiti e nella parte posteriore delle ginocchia, anche se possono presentarsi in qualsiasi zona del corpo.

I sintomi che possono essere riscontrati a seguito di questo tipo di dermatite comprendono:

Prurito, che può essere intenso sulla pelle e portare a piaghe da grattamento.

Orticaria, che può trasudare liquido.

Pelle secca ed eczema, con aree cutanee arrossate, ruvide, squamose e screpolate.

Croste, che possono comparire a causa del grattamento delle ferite.

Come guarisce la dermatite da stress?

La dermatite tende a diventare cronica, anche se, poiché si manifesta sotto forma di focolai, i sintomi e i disturbi non sono di solito presenti in modo continuativo.

La frequenza con cui si verificano gli episodi varia notevolmente da persona a persona e persino nel corso della vita dello stesso soggetto. A volte possono passare anni tra un’epidemia e l’altra, mentre in altri casi possono verificarsi in periodi di tempo relativamente brevi.

Non esiste una cura o un rimedio definitivo per questo problema cutaneo, pertanto il trattamento della dermatite atopica mira a ridurre i sintomi che si manifestano durante i focolai o le riacutizzazioni, come il prurito e l’eczema.

Oltre a ridurre il disagio dei sintomi, il trattamento aiuta a prevenire il peggioramento della dermatite e lo sviluppo di possibili complicazioni.

Di solito si utilizzano prodotti topici, anche se il tipo esatto dipenderà dalle caratteristiche specifiche dell’eczema (lesioni trasudanti o lichenificate), dalla sede e dall’intensità con cui si è sviluppato, dall’età della persona, dal suo stato di salute e dalla risposta a eventuali trattamenti precedenti. 

Le misure terapeutiche devono anche garantire un’adeguata idratazione della pelle, poiché la pelle delle persone affette da dermatite atopica da stress tende a essere sempre più secca e irritabile.

È quindi essenziale prendersi cura della pelle e mantenerla idratata, anche in assenza di lesioni o di focolai attivi. A questo scopo si possono applicare creme emollienti, preferibilmente sulla pelle umida.

Inoltre, è consigliabile utilizzare creme e saponi appositamente formulati per pelli atopiche o molto sensibili.

Questa cura di base può essere integrata con elementi benefici per la pelle con questo tipo di problema, come il silicio organico.

Questo oligoelemento contribuisce, tra l’altro, alla rigenerazione e al rafforzamento della barriera cutanea, perché favorisce la sintesi di collagene ed elastina.

Di conseguenza, il silicio lenisce, calma, idrata e deterge la pelle, riducendo il prurito e migliorando la resilienza cutanea.   

Tuttavia, nel caso della dermatite da stress, non è sufficiente affrontare le manifestazioni cutanee, ma sarà importante affrontare anche la gestione dello stress.

In altre parole, quando lo stress è il fattore chiave nello sviluppo della dermatite, il trattamento dei soli sintomi fisici non aiuta a prevenire ulteriori focolai.

Affrontare lo stress per migliorare la dermatite

Anche se l’ideale è rivolgersi a uno specialista che possa valutarci e consigliarci individualmente, alcune strategie generali per una migliore gestione dello stress sono:

– Imparare a identificare i fattori di stress o le situazioni che provocano lo stress e causano i focolai di dermatite di cui soffriamo.

Praticare tecniche di rilassamento e di respirazione che ci aiutano a raggiungere uno stato di equilibrio e di rilassamento.

– Ricorrere ad attività che, pur non essendo incentrate sul rilassamento, sono rilassanti a livello individuale (leggere, camminare, ascoltare musica, cucinare, ricamare, ecc.)

Svolgere regolarmente attività fisica, poiché migliora il benessere emotivo direttamente e indirettamente, facendoci sentire più sani e più a nostro agio con il nostro aspetto fisico (miglioramento dell’autostima).

– Adottare uno stile di vita sano, con un’alimentazione sana ed equilibrata e senza abitudini dannose come il fumo o l’alcol.

Prendetevi cura della vostra pelle e del vostro stato emotivo

In breve, se soffrite di dermatite da stress dovete prendervi cura sia della vostra pelle che del vostro benessere emotivo, poiché le due cose sono strettamente collegate.

Inoltre, per ridurre l’insorgenza e/o l’intensità dei focolai, è bene eliminare le cattive abitudini e assicurarsi di fornire al corpo e alla pelle tutti i nutrienti e i minerali di cui ha bisogno.

New Call-to-action

Lascia un commento

Non ci sono commenti

​ ​