5€ de descuento en tu primera compra !Apúntate ahora!

es bueno andar con artrosis de cadera deportista con molestias en zona ingle

È bene camminare con l’osteoartrite dell’anca? Consigli su come farlo bene

9 minutos 79 views

Avete dei dubbi sulla possibilità di camminare con l’osteoartrite dell’anca? Questa malattia cronica può comparire in giovane età e nel corso degli anni a causa dell’usura delle nostre articolazioni. In particolare della cartilagine che protegge e ammortizza le estremità delle ossa. Il movimento nelle aree interessate provoca lo sfregamento delle ossa e il dolore.

L’osteoartrite colpisce soprattutto mani, ginocchia, colonna vertebrale e fianchi. Qui ci concentriamo su quest’ultima parte del corpo per analizzare come camminare. D’altra parte, citiamo altri esercizi consigliati per migliorare la condizione.

New Call-to-action

Che cos’è l’osteoartrite dell’anca?

La malattia colpisce le ossa, i muscoli, la membrana sinoviale, la cartilagine e i legamenti della zona dell’anca. Può causare dolore e rigidità all’inguine. Anche nella parte esterna della coscia e nel gluteo, quando il dolore si irradia. Di conseguenza, si riscontrano problemi di mobilità che rendono difficile svolgere una serie di attività quotidiane. Oltre a camminare, è necessario salire le scale o piegarsi per raccogliere qualcosa, ad esempio. Ciononostante, possiamo dire che camminare con l’osteoartrite dell’anca è una cosa positiva in alcuni casi, ma non in tutti.

è bene camminare con l'osteoartrite dell'anca donna toccando la zona interessata mentre si cammina

Camminare con l’osteoartrite dell’anca è una buona cosa? Fattori da considerare

Dipende sempre dalle condizioni del paziente e dall’impatto della malattia. Può essere positivo o il contrario: dannoso. Ci sono due fattori importanti da considerare prima di consigliare se questa attività è utile o meno.

Una è la gravità dell’osteoartrite dell’anca e l’altra è se i sintomi rendono la persona molto debole. Se l’osteoartrite è progredita fino al punto in cui la cartilagine si è completamente consumata, non è consigliabile camminare perché il disagio aumenta quando le ossa sfregano l’una contro l’altra nella zona interessata. L’esercizio fisico, quindi, non dà più alcun sollievo.

Tuttavia, in presenza di sintomi lievi o moderati, camminare con l’osteoartrite dell’anca è un’attività positiva per le persone affette da osteoartrite dell’anca. Il motivo principale è che si tratta di un’attività leggera e a basso impatto che non aggrava il problema. Al contrario, contribuisce a migliorarlo, come spieghiamo di seguito.

Le articolazioni sono più sane quanto più si muovono, perché il movimento stesso stimola la produzione di liquido sinoviale. Questa sostanza nutre le cellule della cartilagine e le rafforza. Inoltre, quando si cammina molto, si può usare un gel come Orgono G7 Sport per lenire eventuali dolori o la crema Orgono Sports Recovery per il recupero muscolare.

Benefici della camminata per l’osteoartrite dell’anca

È bene camminare con il dolore all’anca, se la condizione lo consente, perché questa attività quotidiana aiuta:

  • Avere una cartilagine più sana, o. In questo modo si ottiene una maggiore ammortizzazione alle estremità delle articolazioni e si riduce lo sfregamento delle ossa.
  • Riducono il gonfiore delle anche producendo più ossigeno alle articolazioni e aumentando così il flusso sanguigno.
  • Migliorare la forza e il tono dei muscoli che circondano l’area interessata dall’osteoartrite. Il rafforzamento muscolare allevia la pressione sull’articolazione dell’anca.
  • Aumenta la flessibilità e l’ampiezza di movimento dell’anca, in quanto lo step è utile anche per lubrificare l’area, riducendo la rigidità.
è bene camminare con l'osteoartrite dell'anca uomo che cammina con dolore

Altri esercizi consigliati

Oltre alla camminata, altri esercizi aerobici aiutano a migliorare la mobilità e le condizioni generali dell’area interessata dalla malattia. Per ottenere risultati ottimali, si consiglia di combinare la camminata con il ciclismo, l’allenamento ellittico o il nuoto. Anche il pilates o lo yoga sono validi.

Lo stretching, in particolare, è utile contro la rigidità delle articolazioni. Lo stesso vale per l’allenamento della forza con il proprio peso e con pesi progressivamente più leggeri, che rafforza i muscoli. Questi esercizi sono utili se eseguiti correttamente, altrimenti sono dannosi.

In ogni caso, se si hanno dubbi sull’opportunità di camminare con il dolore all’anca, è sempre consigliabile consultare un medico o un fisioterapista prima di eseguire qualsiasi esercizio per scoprire se è sicuro e vantaggioso.

D’altra parte, è importante integrare l’attività fisica con una buona dieta e anche con il consumo di prodotti naturali. Consigliamo G7 Active e Oregono Articomplex, entrambi in grado di rafforzare le articolazioni. Grazie al silicio organico, alle vitamine e ai minerali che contengono.

New Call-to-action

Lascia un commento

Non ci sono commenti

​ ​