5€ de descuento en tu primera compra !Apúntate ahora!

lumbago y sus síntomas

La lombalgia e i suoi sintomi: imparare a evitarli

15 minutos 95 views

La lombalgia e i suoi sintomi non colpiscono solo le persone anziane. Infatti, ogni anno, con l’inizio dell’inverno, può verificarsi un aumento dei casi a causa del freddo.

Le persone che soffrono di lombalgia possono riscontrare limitazioni fisiche nello svolgimento delle attività più comuni. Per questo motivo è altrettanto importante imparare a riconoscere la lombalgia e i suoi sintomi quanto imparare a prevenirla. Vediamo come evitare che entri nella nostra vita.

New Call-to-action

Cos’è la lombalgia, i sintomi e perché si manifesta?

Dolore lombare: il disturbo e le sue cause

La lombalgia è un dolore nella parte bassa della schiena e, sebbene non sia considerata una malattia, è un sintomo di altre condizioni di salute. Avete immaginato che 4 persone su 5 che vivono nei paesi sviluppati sperimenteranno una qualche forma di lombalgia a un certo punto della loro vita?

Le cause della lombalgia sono varie e includono le seguenti:

– Contrattura muscolare

– Lesione del legamento

– Sciatica

– Osteoporosi

– Osteoartrite

– Stenosi spinale (compressione dei nervi spinali)

– Ernia del disco

– Malattia degenerativa del disco

– Scoliosi (o condizioni correlate come lordosi e cifosi)

– Tumori in prossimità della colonna vertebrale

– Fibromialgia

– Spondilite

– Spondilosi

– Osteomielite

– Rottura di un osso vicino alla colonna vertebrale

– Distorsione

Data la complessità che può essere associata a questa condizione, è importante rivolgersi a un professionista della salute per una diagnosi di lombalgia. I suoi sintomi, quando compaiono, ci daranno un indizio su quando prendere un appuntamento con un medico.

Lombalgia: sintomi

I segnali di allarme che indicano che potremmo soffrire di lombalgia sono:

– Dolore cronico nella regione lombare

– Mal di schiena

– Dolore o formicolio in entrambe le gambe o in una sola di esse

– Spasmi muscolari

– Debolezza alle gambe

– Rigidità lombare.

A seconda della causa del disturbo, possono comparire anche altri sintomi. Ad esempio, se la lombalgia è legata alla scoliosi può portare a una postura scorretta e a un dolore cronico, se invece è causata da un’ernia del disco, il dolore aumenterà quando si è seduti, ma diminuirà quando si è sdraiati.

Non tutti sono ugualmente colpiti dalla lombalgia e dai suoi sintomi. Oltre alle persone che si trovano occasionalmente o regolarmente a dover sollevare carichi pesanti, c’è una fascia di popolazione che può soffrire più gravemente di questa condizione, come coloro che soddisfano uno o più di questi fattori di rischio:

– Difetti posturali quando si lavora o si sta in piedi per lunghi periodi di tempo

– Età avanzata

– Obesità

– Mancanza di esercizio o esecuzione inadeguata dell’esercizio.

– Il fumo

– Problemi ai reni o alla vescica

– Gravidanza

Se la lombalgia è accompagnata da febbre, perdita di peso inspiegabile o recenti problemi alla vescica o all’intestino, è necessario consultare un medico. Anche se il dolore lombare si manifesta dopo una caduta o una lesione traumatica.

Come curare la lombalgia?

Le possibili opzioni di trattamento per la lombalgia sono:

– Le cure chiropratiche, con i loro aggiustamenti alla colonna vertebrale e ad altre parti del corpo, ridurranno al minimo il dolore, aumenteranno la mobilità, correggeranno la postura, ridurranno la dipendenza dai farmaci e vi faranno sentire meglio.

– Fisioterapia, per apprendere allungamenti ed esercizi che migliorano la postura e rafforzano la schiena e altri gruppi muscolari per facilitare il movimento. In questo modo si riducono le probabilità di lesioni future. Inoltre, poiché l’obesità e l’eccesso di peso sono fattori di rischio per la lombalgia, l’esercizio fisico è altamente raccomandato.

Gli antidolorifici, farmaci specifici prescritti dal medico, possono alleviare il dolore e trattare i sintomi, non la causa principale. È importante notare che non sono raccomandati come trattamento a lungo termine.

Iniezioni, come le iniezioni di blocco nervoso, che forniscono un sollievo temporaneo alla parte bassa della schiena bloccando i recettori del dolore. Le iniezioni dell’articolazione facciale trattano il dolore al collo e alla schiena introducendo anestesia e steroidi nell’articolazione facciale interessata. Le iniezioni di steroidi epidurali riducono l’infiammazione intorno ai nervi spinali, anche se questa opzione dovrebbe essere presa in considerazione solo dopo aver provato trattamenti non invasivi come la fisioterapia, la chiropratica o le tavole di esercizi a casa.

– L’agopuntura, che funziona meglio di un placebo nel trattamento del mal di schiena.

Massoterapia, per aiutare ad alleviare i muscoli tesi o sovraccarichi, causa comune del dolore lombare.  I risultati migliorano se durante l’esecuzione si utilizza un gel come Silicium Gel G5 che, grazie all’elevata concentrazione di silicio, contribuisce alla produzione di collagene e al benessere delle articolazioni.

New Call-to-action

L’intervento chirurgico, l’ultima risorsa per la maggior parte dei pazienti affetti da lombalgia, può rimuovere la causa sottostante e curarla. Tuttavia, ci sono condizioni mediche che causano la lombalgia e che non possono essere curate in modo permanente, come l’osteoporosi.

È possibile prevenire la lombalgia e i suoi sintomi?

La lombalgia e i suoi sintomi possono essere prevenuti, ma è necessaria la perseveranza per vedere i risultati. Il primo passo è porsi delle domande sul proprio stile di vita, per individuare gli aspetti che possono essere migliorati. La cosa più efficace è lavorare su tre livelli:

1. Abitudini. Lo stress ha molto a che fare con questo tipo di disturbi, poiché non gestire correttamente la tensione significa che i nostri muscoli sono rigidi per la maggior parte del tempo e “dimenticano” la loro funzione e la possibilità di contrarsi e rilassarsi in modo efficace. È importante anche essere consapevoli della postura: come ci sediamo, come solleviamo i pesi, come camminiamo, come ci sediamo e come camminiamo? L’igiene posturale è uno strumento di prevenzione molto efficace. Il fumo non influisce solo sulla lombalgia, ma anche sulla nostra salute in generale, motivo per cui non è una buona idea ritardare l’abbandono del fumo.

2. Sport. Un regolare esercizio aerobico a basso impatto migliorerà la forma fisica generale e, allo stesso tempo, potrà far sentire meglio la schiena nel breve periodo. Su un orizzonte temporale più lungo, lo sport aiuta a mantenere un peso sano e a sviluppare la forza muscolare, particolarmente necessaria nella regione lombare. Avete pensato di provare lo yoga? Rafforza i muscoli dorsali e addominali e favorisce una buona postura.

3. Integratori. Anche la dieta può contribuire ad alleviare la lombalgia e i suoi sintomi. L’assunzione di una quantità sufficiente di fibre nell’ambito di una dieta equilibrata, la riduzione del consumo di caffè e l’evitamento di prodotti elaborati e zuccheri possono contribuire a fornire energia e a ridurre lo stress dell’organismo. Tuttavia, l’alimentazione può non essere sufficiente, per cui è consigliabile assumere integratori come Articomplex o Silicium G7 Original, che forniscono una protezione extra per ossa, cartilagini e articolazioni e favoriscono il benessere.

New Call-to-action
New Call-to-action

Una volta preso il controllo della vostra vita e adottate nuove abitudini salutari, vi accorgerete di quanto sia facile liberarsi della lombalgia e dei suoi sintomi. Come vi vedete il prossimo inverno? E i prossimi trenta o quarant’anni?

New Call-to-action

Lascia un commento

Non ci sono commenti

​ ​