5€ de descuento en tu primera compra !Apúntate ahora!

enfermedades de los huesos

Malattie delle ossa: patologie comuni e come evitarle

17 minutos 1033 views

Tra le varie funzioni, le ossa costituiscono il nostro scheletro, sostengono il corpo e ci permettono di muoverci e spostarci.

La loro solidità può farle apparire come strutture statiche, ma la verità è che le ossa sono fatte di tessuto vivente e si rigenerano nel corso della vita.

In questo processo dinamico e in continua rigenerazione, il tessuto “vecchio” viene rimosso e sostituito da nuovo osso.

Mentre nell’infanzia e nell’adolescenza il bilancio è positivo, con l’avanzare dell’età il tessuto osseo può essere perso più velocemente di quanto ne venga prodotto di nuovo.

New Call-to-action

Questo può portare allo sviluppo di malattie o patologie ossee. Inoltre, le ossa possono soffrire di patologie che possono manifestarsi in qualsiasi fase della vita, compresa l’infanzia e l’adolescenza.

Tuttavia, il fatto che non siano strutture statiche o inerti ci dà anche la possibilità di agire, in una certa misura, per prevenire l’insorgere di malattie e mantenere le nostre ossa forti e sane.

Questo è il caso, ad esempio, del collagene, un componente essenziale del nostro organismo in generale e delle nostre ossa in particolare, in quanto dà loro forma e le aiuta a essere forti e solide.

Per quanto riguarda il collagene, possiamo agire garantendo un buon apporto per mantenere le ossa in condizioni ottimali. Coprire il fabbisogno di collagene del nostro corpo può anche aiutare a contrastare i problemi ossei, ad esempio in caso di perdita di massa ossea, di cui parleremo più avanti.

Le malattie delle ossa, da cosa sono causate?

Nonostante siano strutture robuste e apparentemente inerti, le ossa non sono immuni alle malattie.

Come abbiamo visto, il tessuto osseo è vivo e, al di là delle fratture e delle crepe dovute a traumi, può soffrire di diversi problemi patologici, tra cui la degenerazione dovuta all’età di cui abbiamo già parlato.

Questa diminuzione del ricambio osseo è in parte naturale, ma in alcune persone il fenomeno può intensificarsi e diventare un grave problema di salute. Spesso si parla di perdita di massa o densità ossea.

Tuttavia, non tutti i problemi ossei sono dovuti alla perdita di densità o all’indebolimento della struttura ossea.

In realtà le cause che possono portare a una malattia ossea sono molteplici: alimentazione scorretta, malattie genetiche o ereditarie, infezioni, ecc.

In ogni caso, va notato che, sebbene possano comparire a qualsiasi età, con l’avanzare dell’età è più frequente riscontrare malattie ossee.

Quali sono le principali malattie che colpiscono le ossa?

Esistono molti tipi di malattie ossee e un’ampia varietà di agenti causali. Tra questi vi sono i seguenti:

  • Osteoporosi: si tratta di una patologia ben nota in cui la massa ossea viene persa a un ritmo molto più rapido di quello reale. Di conseguenza, le ossa diventano più fragili e fragili. In altre parole, sono molto più soggette a fratture.
  • Osteomalacia: questa malattia delle ossa è causata principalmente dalla carenza di vitamina D. È una condizione in cui le ossa si indeboliscono a causa di un’alterata mineralizzazione.

Come nel caso dell’osteoporosi, le ossa diventano più suscettibili alla rottura. Tuttavia, sono comuni anche debolezza muscolare, dolore osseo e crampi, oltre ad altri sintomi.

  • Osteomielite: a differenza delle precedenti malattie ossee, l’osteomielite è causata da un agente patogeno che provoca un’infezione. L’agente infettivo è solitamente uno stafilococco. Per essere precisi, nella maggior parte dei casi l’infezione è causata dal batterio Staphylococcus aureus.
  • Cancro alle ossa: il cancro può colpire anche le ossa, sia perché ha origine nel tessuto osseo, sia perché lo raggiunge da altre parti del corpo a causa di metastasi. Quest’ultima è la situazione più comune, soprattutto negli adulti, dove è raro che il cancro abbia origine nelle ossa.

In ogni caso, i tumori ossei più frequenti sono l’osteosarcoma, il condrosarcoma e il tumore o sarcoma di Ewing.

Come evitare di soffrire di malattie ossee?

Non sempre è possibile evitare di soffrire di una malattia ossea, come nel caso, ad esempio, delle patologie genetiche.

Tuttavia, ci sono cose che possiamo fare per ridurre la probabilità di soffrirne, ritardarne l’insorgenza e prevenirne l’aggravamento o rallentarne la progressione.

Una premessa fondamentale per proteggerci da queste malattie è mantenere le ossa il più forti possibile.

Per raggiungere questo obiettivo, sarà fondamentale curare la nostra alimentazione che, oltre a essere sana, varia ed equilibrata, deve essere ricca di calcio e vitamina D.

Questi nutrienti ci aiutano ad avere e mantenere ossa robuste e resistenti. Tuttavia, non sono gli unici nutrienti di cui abbiamo bisogno per mantenere le nostre ossa in condizioni ottimali.

La nostra dieta dovrebbe inoltre fornirci una quantità sufficiente di magnesio, acido folico, zinco, fosforo e vitamine B6, C e K.

Tutti questi nutrienti sono essenziali per la buona salute delle ossa a partire dalla fine della pubertà.

Pertanto, prima iniziamo a inserirli nella nostra dieta e meglio è. Questo ci aiuterà a raggiungere la vecchiaia con le ossa nelle migliori condizioni possibili.

In ogni caso, non è mai troppo tardi per iniziare a fornire alle nostre ossa i nutrienti di cui hanno bisogno.

Un altro oligoelemento fondamentale per la salute delle ossa è il silicio organico. Questo minerale essenziale per l’organismo, presente sia nelle cellule ossee che in quelle cartilaginee, svolge un ruolo centrale nella formazione delle ossa e nel mantenimento del tessuto connettivo.

Ciò significa che il silicio è essenziale per ossa forti e cartilagini flessibili.

Infatti, studi in vitro hanno dimostrato, ad esempio, che il silicio ha la capacità di aumentare la mineralizzazione degli osteoblasti (cellule ossee).

Particolarità della dieta e dello stile di vita

Per ridurre la probabilità di malattie ossee, è importante prestare attenzione al modo in cui mangiamo e al nostro stile di vita, poiché questo determina in larga misura il nostro fabbisogno.

Se il nostro modo di mangiare (preferenze, restrizioni, intolleranze, ecc.) non copre o non garantisce il soddisfacimento di tutti i nostri fabbisogni nutrizionali, può essere meglio integrare.

Può aiutarci a rinforzare la nostra dieta con i nutrienti giusti per la salute delle ossa.

Lo stesso vale se pratichiamo sport molto impegnativi o se siamo molto stressati.

Anche se soffriamo di una malattia cronica o stiamo attraversando un periodo particolarmente impegnativo per il nostro corpo, come la gravidanza, la menopausa o la convalescenza dovuta a una malattia o a un intervento chirurgico.   

Si tratta di situazioni in cui, anche se si segue una dieta abbastanza sana ed equilibrata, è facile che si verifichi una carenza di alcuni nutrienti.

In molti casi non è perché non li ingeriamo, ma perché il nostro corpo sta attraversando un periodo in cui richiede un apporto supplementare, una circostanza in cui la domanda è maggiore.

Pertanto, anche in queste situazioni un integratore o un complesso vitaminico può essere di grande aiuto per fornire alle nostre ossa tutto ciò di cui hanno bisogno.

Gli integratori particolarmente utili per migliorare la salute delle ossa includono Orgone Articomplex y G7 Originale.

New Call-to-action
New Call-to-action

Orgono Articomplex contiene una combinazione di silicio, zinco, magnesio e vitamina C, tra gli altri ingredienti. Una composizione che aiuta a proteggere e curare le ossa e le cartilagini dell’organismo.

È anche un integratore che offre altri benefici, come il miglioramento della funzione muscolare e il rafforzamento del sistema immunitario.

L’integratore G7 Original si concentra sull’apporto di silicio elementare all’organismo, contribuendo così al mantenimento di una buona salute delle ossa e, allo stesso tempo, sostenendo una buona mobilità e benessere delle articolazioni.

Non dimenticate di fare esercizio!

Sebbene l’alimentazione svolga un ruolo centrale nella salute delle ossa, non è l’unico alleato su cui possiamo contare. Anche l’esercizio fisico è fondamentale per mantenere le ossa in condizioni ottimali.

Da un lato, l’esercizio fisico regolare ci aiuta a rafforzare i muscoli e a mantenere le articolazioni forti e flessibili, con un impatto diretto sul benessere delle ossa.

D’altra parte, fare sport è essenziale per mantenere una buona salute generale e prevenire l’insorgere di malattie che, direttamente o indirettamente, possono finire per colpire le nostre ossa.

L’esercizio fisico ci aiuta anche a mantenere un peso sano. Questo è molto importante, perché sono le nostre ossa a sostenere la maggior parte del nostro peso.

In altre parole, se siamo in sovrappeso o obesi, le nostre ossa e le nostre articolazioni ne risentiranno maggiormente e potrebbero diventare più suscettibili a malattie ossee in futuro.

Ci auguriamo che abbiate trovato questo articolo interessante e informativo, quindi non smettete di prendervi cura delle vostre ossa!

Lascia un commento

Non ci sono commenti

​ ​