5€ de descuento en tu primera compra !Apúntate ahora!

mujer con gorro invierno y urticaria por frío examinando sus manos

Orticaria da freddo? Come alleviarla con i rimedi naturali

13 minutos 451 views

Il freddo vi colpisce eccessivamente, la vostra pelle reagisce con arrossamenti e prurito nelle zone più esposte?

L’orticaria da freddo è una patologia cutanea causata dall’esposizione al freddo.

Le basse temperature e l’ingestione di cibi o bevande ghiacciate possono provocare questa reazione cutanea.

In questo articolo spieghiamo perché si verifica, le cause e i fattori di rischio e consigliamo i migliori rimedi casalinghi per alleviare i sintomi.

New Call-to-action

Che cos’è l’orticaria da freddo?

L’orticaria da freddo è una reazione cutanea che si scatena in seguito all’esposizione a stimoli freddi, siano essi condizioni ambientali, contatto con l’acqua o consumo di cibo.

L’orticaria da freddo è anche chiamata orticaria da frigore e può essere classificata come allergia da freddo, sebbene questa condizione non sia di origine allergica.

Si caratterizza per la comparsa di bozzi rossastri e pruriginosi che di solito colpiscono le zone più esposte, come il viso e le mani, anche se, a seconda della reazione, possono estendersi al resto della pelle.   L’orticaria da freddo colpisce soprattutto i giovani adulti e i bambini ed è la terza forma più comune di orticaria nella popolazione pediatrica.               

Tipi di orticaria da freddo e loro cause

Si distinguono due tipi di orticaria da freddo.

  • Orticaria primaria. È la più comune delle due. La causa principale non è stata determinata e la sua comparsa è stata associata a varie circostanze, come precedenti malattie infettive, disturbi della tiroide, assunzione di determinati farmaci o punture di insetti, tra le altre. La durata media dell’orticaria primaria da freddo è di 5 o 6 anni, dopodiché scompare.
  • Orticaria secondaria. In questo caso, meno comune, è causata da una reazione immunoglobulinica (anticorpo) specifica al freddo che sembra essere legata a una malattia grave.

L’orticaria da freddo può essere correlata anche a queste altre patologie cutanee:

  • Orticaria da pressione. Si tratta di una rara forma di orticaria che compare in seguito alla pressione sulla pelle.
  • Orticaria colinergica. Compare dopo un aumento della temperatura corporea dovuto al calore o dopo l’esercizio fisico. Non va confusa con l’orticaria da calore nei bambini.
  • Dermografismo. Questa forma di orticaria è molto frequente e si manifesta con segni o bozzi dopo un grattamento superficiale della pelle.

Raramente, l’orticaria da freddo è legata ad alcuni tratti ereditari.

Conoscete il test del cubo di ghiaccio?

Questo test viene utilizzato come linea guida per la diagnosi della patologia. Consiste nell’applicare un cubetto di ghiaccio per cinque minuti sulla parte anteriore dell’avambraccio e nell’attendere altri dieci-quindici minuti per verificare la comparsa di una reazione dermica sotto forma di rantoli e arrossamenti. Il test viene ripetuto per confermare un risultato positivo e per verificare il rapporto tra la comparsa delle lesioni e il tempo di attesa. Normalmente, più rapida e intensa è la reazione cutanea, maggiore è la probabilità di una risposta infiammatoria sistemica.

Oltre a questo test, il medico di solito prescrive altri esami per escludere condizioni associate all’orticaria.

Sintomi dell’orticaria da freddo

I sintomi dell’orticaria da freddo possono variare notevolmente da persona a persona. Nella maggior parte dei casi, i sintomi sono lievi e scompaiono dopo poco tempo. Tuttavia, ci sono persone la cui reazione può essere grave.

Ecco i sintomi più comuni, sia lievi che più gravi.

Sintomi lievi:

  • Comparsa di orticaria e arrossamento nelle zone più esposte al freddo, con conseguente prurito.
  • Aumento dell’infiammazione quando la pelle si riscalda.
  • Gonfiore delle labbra dopo aver mangiato cibi freddi.
  • Gonfiore delle mani quando si tengono in mano oggetti freddi.

Sintomi gravi:

  • Vertigini.
  • Gonfiore della lingua e della gola che può rendere difficile la respirazione.
  • Tachicardie.
  • Dolore all’addome.
  • Perdita di coscienza.

In caso di esposizione totale della pelle, ad esempio in caso di immersione in acqua fredda, può verificarsi un’anafilassi o una grave risposta allergica dell’intero organismo.

Fattori di rischio

I principali fattori di rischio che predispongono all’orticaria da freddo sono i seguenti:

  • Essere un giovane adulto. È la fascia d’età più colpita.
  • Avere una patologia non diagnosticata. È importante escludere le malattie o trattarle, se possibile.
  • Fattori genetici ereditari.

Misure preventive

Mesures-preventives-urticaire-au-froid

Ci sono diverse misure che possiamo adottare per sentirci meglio e alleviare i sintomi dell’orticaria da freddo.

  • Vestitevi in modo caldo e proteggete le zone più esposte, come il viso e le mani, con sciarpe e guanti.
  • Evitare gli sbalzi di temperatura.
  • Non praticare attività che espongano al freddo intenso, come il nuoto in acqua fredda o l’esposizione prolungata a condizioni ambientali fredde.
  • Evitare il consumo di cibi e bevande fredde.
  • Un’abbondante idratazione per rinforzare la barriera cutanea.

Rimedi naturali per l’orticaria da freddo

Non esiste una cura per l’orticaria da freddo, che scompare da sola dopo settimane o addirittura mesi. Le misure preventive sono il miglior trattamento, soprattutto per chi preferisce optare per i rimedi naturali ed evitare di assumere antistaminici o immunosoppressori.

La cura della pelle danneggiata è essenziale per evitare di aggravare la condizione. Le creme contenenti silicio sono particolarmente adatte alle pelli danneggiate e secche per migliorare la salute e la qualità della pelle.

Soriaskin Gel è composto da silicio organico con equiseto ed echinacea, entrambe piante benefiche per la cura e la protezione della pelle.

Altri rimedi naturali per l’orticaria da freddo includono:

  • Nella vasca da bagno, fare un bagno di acqua calda con 2 tazze di farina d’avena disciolta.
  • Applicare sulla zona interessata impacchi imbevuti di un infuso di fiori di calendula.
  • Anche l’aceto di sidro di mele diluito in acqua e applicato con un panno o un batuffolo di cotone può aiutare a ridurre il prurito.

L’orticaria da freddo è una condizione dermatologica molto comune nei bambini e nei giovani adulti e un motivo frequente di consultazione negli studi dermatologici.

Conoscere i fattori di rischio e, soprattutto, i rimedi che possiamo utilizzare per alleviarli, è di grande aiuto nei mesi più freddi.

New Call-to-action

Lascia un commento

Non ci sono commenti

​ ​