5€ de descuento en tu primera compra !Apúntate ahora!

Craneo sacral terapia

Terapia craniosacrale: come funziona e quali sono i suoi benefici?

17 minutos 259 views

La terapia craniosacrale è una tecnica di massaggio dolce che allevia la compressione delle ossa della testa, dell’osso sacro (l’osso triangolare della parte inferiore della schiena) e della colonna vertebrale. Questa terapia è in grado di sciogliere le tensioni intorno alla rete di tessuto connettivo del corpo, chiamata fascia, contribuendo ad alleviare il dolore alla testa e al collo.

In questo articolo spieghiamo cosa significa terapia cranio-sacrale, quali sono i suoi benefici e quali condizioni o disturbi può migliorare.

New Call-to-action

Che cos’è la terapia craniosacrale?

La terapia craniosacrale è una tecnica (non invasiva) o un massaggio del corpo che allevia la compressione delle ossa della testa, del sacro e della colonna vertebrale.

Questa terapia esercita una leggera pressione su testa, collo e schiena per alleviare lo stress e il dolore causati dalla compressione.

La manipolazione delicata delle ossa del cranio, della colonna vertebrale e del bacino può normalizzare il flusso del liquido cerebrospinale nel sistema nervoso centrale. In questo modo si eliminano i “blocchi” al normale flusso, migliorando la capacità di guarigione dell’organismo.

Che cos’è il massaggio cranio sacrale e come si esegue?

La terapia craniosacrale si concentra sul posizionamento delicato delle mani per aiutare a sciogliere le tensioni nel tessuto connettivo del corpo (fascia). Si tratta di un “involucro” che si trova in tutto il corpo e che protegge e tiene in posizione organi, ghiandole e nervi, nervi, muscolivasi sanguigni, cervello e midollo spinale. La fascia forma una rete di tessuto connettivo in tutto il corpo.

Esistono oligoelementi essenziali per la funzione strutturale dell’organismo, come ad esempio il silicio un componente del tessuto connettivo. Quando il tessuto connettivo è debole possiamo soffrire di: articolazioni instabiliQuando il tessuto connettivo è debole possiamo soffrire di: articolazioni instabili, organi che si allentano, pelle opaca e anelastica, smagliature, cellulite o arterie dilatate, tra le altre cose. È importante tenere presente che, a partire dai 35 anni, il livello di silicio nella dieta si riduce. Per questo motivo, è importante fornire una dose adeguata attraverso un integratore di qualità come Silicium G7 Originaleche è un silicio organico altamente assimilabile e più facilmente disponibile rispetto ad altre forme di silicio, garantendo così la sua efficacia.

Terapia craniosacrale

Il corpo umano è interconnesso, il che significa che un’area del corpo può influenzarne un’altra. Lo scopo della terapia craniosacrale è quello di alleviare le tensioni. A sua volta, questo può aiutare le altre parti del corpo collegate a funzionare meglio attraverso i processi di:

  • Autoregolazione.
  • Autocorrezione.
  • Autoguarigione.

Quali disturbi possono essere migliorati dal massaggio cranio sacrale (terapia)?

La terapia craniosacrale aiuta ad alleviare i sintomi di condizioni quali:

  • Sindrome del dolore regionale complesso.
  • Fibromialgia.
  • Dolore cronico.
  • Mal di testa, come l’emicrania.
  • Nevralgia.
  • Sindrome post-concussione.
  • Scoliosi.
  • Sindrome dell’articolazione temporo-mandibolare.

Benefici e usi della terapia craniosacrale

La terapia craniosacrale migliora la compressione della testa, del collo e della schiena e aiuta a ripristinare la mobilità perduta. Questo allevia il dolore, lo stress e la tensione, sia emotiva che fisica.

La terapia cranio-sacrale può essere utilizzata da persone di tutte le età, compresi i bambini. Viene utilizzata come parte del trattamento di condizioni o disturbi quali:

  • Emicrania o cefalea.
  • Costipazione.
  • Autismo.
  • Disturbi autoimmuni.
  • Sindrome dell’intestino irritabile (IBS).
  • Insonnia o cicli di sonno disturbati.
  • Scoliosi e mal di schiena.
  • Disturbi dell’umore (ansia, depressione, stress…).
  • Infezione sinusale.
  • Otiti ricorrenti o coliche nei neonati.
  • Recupero da traumi articolari – In questi casi, il gel articolare con silicio e magnesio, Orgono G7 Sport Gelaiuta ad alleviare il sovraccarico di articolazioni e tendini.
  • Gravidanze con complicazioni.
  • Dolore cervicale.
  • Fibromialgia.
  • Acufeni.

Cosa dice la scienza sugli usi della terapia craniosacrale?

Le prove finora raccolte dimostrano che può ridurre lo stress e la tensione ed essere un trattamento efficace, o parte di esso, per una varietà di condizioni o disturbi, ed è particolarmente utile per i neonati e i bambini.

Diversi studi hanno rilevato che la terapia craniosacrale è efficace nel ridurre i sintomi di emicranie gravi. Altri hanno riscontrato miglioramenti in persone affette da fibromialgia che soffrivano di dolore e ansia. ansiagrazie alla terapia craniosacrale. Ecco alcuni degli studi che hanno riscontrato benefici dalla terapia craniosacrale:

  • Studio 1: Ha analizzato gli effetti di questa terapia su persone affette da fibromialgia. I risultati hanno mostrato che i pazienti trattati con la terapia craniosacrale, rispetto a quelli che hanno ricevuto una terapia “placebo”, hanno registrato miglioramenti del dolore a medio termine.
  • Studio 2: Anche questo studio si è concentrato su pazienti affetti da fibromialgia e ha rilevato che la manipolazione craniosacrale può ridurre l’ansia e migliorare la qualità della vita di questi pazienti.
  • Studio 3: Ha studiato l’impatto della terapia craniosacrale insieme all’agopuntura negli adulti con asma. I risultati hanno mostrato che entrambe le terapie erano benefiche se utilizzate insieme al trattamento convenzionale dell’asma. La combinazione delle due terapie non ha mostrato alcun beneficio rispetto all’uso di una delle due terapie da sola.
  • Studio 4: Questo studio ha esaminato la terapia craniosacrale applicata ai pazienti affetti da sclerosi multipla con sintomatologia del tratto urinario inferiore. Lo studio ha rilevato che queste persone sono state in grado di migliorare sia la loro qualità di vita sia la loro capacità di svuotare la vescica con la terapia craniosacrale.

*È importante notare che la ricerca sulla terapia craniosacrale è limitata, non ci sono molti riferimenti. Tuttavia, i suoi rischi e benefici quasi inesistenti la rendono una terapia complementare interessante per alcune persone, soprattutto in relazione alla riduzione dello stress e dell’ansia.

Aiuta inoltre a ispirare un cambiamento di atteggiamento verso la ricerca della salute e del benessere. Gli operatori e i professionisti della terapia craniosacrale devono sempre informare l’utente sui suoi usi e limiti. La terapia craniosacrale non deve essere utilizzata come sostituto di altri trattamenti medici precedentemente prescritti, ma come complemento.

Terapia craniosacrale

Terapia craniosacrale: controindicazioni

Questa terapia non è raccomandata nei seguenti casi:

  • Coaguli di sangue.
  • Commozione cerebrale.
  • Infiammazione cerebrale.
  • Aneurisma cerebrale.
  • Malformazione di Chiari.
  • Condizioni che causano pressione, flusso o accumulo di liquido cerebrospinale.

Terapia craniosacrale: pericoli?

Questa terapia è un trattamento alternativo, non invasivo e delicato. Pertanto, i suoi effetti collaterali o rischi sono praticamente inesistenti. In alcuni casi isolati possono verificarsi: 

  • Vertigini.
  • Stanchezza.
  • Leggero fastidio.

Terapia craniosacrale: più di un massaggio

La terapia craniosacrale è uno strumento complementare che collega il fisico, l’emotivo e lo spirituale. Un approccio olistico che può accompagnare altri trattamenti praticamente senza rischi o effetti collaterali.

La terapia dovrebbe essere praticata da chiropratici, osteopati, fisioterapisti o terapisti occupazionali con una formazione specifica nell’area craniosacrale. I maggiori benefici sono stati dimostrati in persone con episodi di stress, ansia, dolore e tensione nella zona cervicale. Se pensate di poter trarre beneficio da questa terapia, consultate un professionista per ottenere una guida personalizzata e risultati ottimali.

New Call-to-action

Lascia un commento

Non ci sono commenti

​ ​