5€ de descuento en tu primera compra !Apúntate ahora!

Vitamina d3 para que sirve

Vitamina D3: a cosa serve? 15 benefici per la salute

15 minutos 471 views

Sicuramente non è la prima volta che sentite dire: “la vitamina d3 è essenziale per il sistema immunitario e per mantenere forti le ossa”. È vero, ma le sue proprietà vanno ben oltre. La vitamina D svolge un ruolo fondamentale in molte funzioni corporee.

New Call-to-action

In questo articolo spiegheremo cos’è la vitamina d3 e a cosa serve. Parleremo di come può giovare alla salute, delle sue principali proprietà e dei fattori che influenzano una carenza di vitamina d3.

Cos’è la vitamina D3 e a cosa serve?

La vitamina D3, nota come colecalciferolo, è una vitamina liposolubile che non è attiva nell’organismo, il che significa che deve essere sintetizzata attraverso l’esposizione diretta al sole.

Per garantire livelli adeguati di questa vitamina, è possibile ottenerla da alcuni alimenti, dagli integratori o produrla naturalmente attraverso l’esposizione alla luce solare.

La vitamina D svolge diverse funzioni importanti per la salute. Una delle più note e necessarie è quella di regolare l’assorbimento del calcio e del fosforo, oltre a favorire il normale funzionamento del sistema immunitario. 

Livelli sufficienti di questa vitamina sono essenziali per la crescita e lo sviluppo di ossa e denti, oltre che per migliorare la resistenza ad alcune malattie.

Proprietà e benefici della vitamina D3

  • Ossa e muscoli forti: la vitamina D è necessaria per la salute delle ossa e delle articolazioni perché aiuta ad assorbire il calcio. Previene l’insorgere di malattie come l’osteopenia e l’osteoporosi.
  • Rafforza il sistema immunitario: numerosi studi dimostrano i benefici della vitamina D per il sistema immunitario. Livelli carenti aumentano il rischio di infezioni e malattie autoimmuni come il diabete di tipo 1, l’artrite reumatoide e le malattie infiammatorie intestinali.
  • Riduce il rischio di malattie cardiovascolari: bassi livelli sono associati a un aumento del rischio di malattie cardiache come ictus e ipertensione.
  • Rafforza la salute orale: livelli insufficienti di questa vitamina possono influire sullo smalto dei denti e sulla salute delle gengive, oltre a causare gengiviti e malattie parodontali. Nei bambini, inoltre, può influire sullo sviluppo dentale e aumentare la debolezza dentale.
  • Riduce il rischio di fratture: da una prospettiva biochimica, la vitamina D sembra essere coinvolta in tutte le fasi del processo di guarigione e prevenzione delle fratture grazie alla sua capacità di mobilitare il calcio.
  • Favorisce la funzione polmonare e un sistema nervoso sano: ha un impatto positivo sulla struttura polmonare, sulla forza dei muscoli respiratori e sulla risposta immunitaria agli agenti patogeni dell’apparato respiratorio. Inoltre, sono stati dimostrati i suoi effetti sul sistema nervoso (neurotrasmissione, neuroplasticità, neuroprotezione, ecc.).
  • Promuove una crescita sana dei capelli: livelli adeguati sono essenziali per una crescita sana dei capelli, favorendo il mantenimento dei follicoli piliferi.
  • Può aiutare a prevenire alcuni tipi di cancro: diversi studi collegano alti livelli di 25-idrossi-vitamina D a un minor rischio di tumori come quello al seno, alla prostata e al colon, tra gli altri.
  • Contribuisce a migliorare le funzioni cerebrali e a prevenire la demenza: aiuta a proteggere il cervello dall’accumulo di tau (una proteina coinvolta nello sviluppo della demenza) e di amiloide (presente nella malattia di Alzheimer).
  • Aiuta a ridurre l’ipertensione: uno studio dimostra che la vitamina D per via orale può ridurre i livelli di pressione sistolica e diastolica nei pazienti con ipertensione.
  • Favorisce la perdita di peso: può aumentare i livelli di serotonina e di testosterone, che sono molto importanti per aumentare il metabolismo, aiutando a bruciare più calorie, a controllare l’appetito e ad aumentare la sazietà. 
  • Migliora l’umore: riduce il rischio di depressione e regola l’umore. Uno studio ha dimostrato che le persone che provano emozioni negative e che assumono un’integrazione di vitamina D hanno registrato un miglioramento dei sintomi.
  • Contribuisce al miglioramento dell’artrite reumatoide: aiuta a ridurre i sintomi e la risposta infiammatoria nelle persone affette da artrite reumatoide e malattie croniche correlate.
  • Riduce il rischio di diabete di tipo 2: l’integrazione di vitamina D migliora la sensibilità all’insulina associata allo sviluppo del diabete di tipo 2.

Cosa succede se manca la vitamina D3?

A seconda del livello di carenza, una carenza di questa vitamina provoca una diminuzione dell’assorbimento di calcio e fosforo da parte dell’intestino, con conseguente indebolimento di ossa e tessuti. In questi casi, solo il 10-15% del calcio e il 60% del fosforo possono essere assorbiti dagli alimenti ingeriti.

Inoltre, può causare sintomi come crampi muscolari, debolezza, depressione e affaticamento.

Quando la vitamina d non è sufficiente, l’organismo sottrae calcio alle ossa, provocando un’accelerazione della demineralizzazione ossea, che si verifica quando l’osso si disgrega a una velocità superiore a quella con cui si riforma.  Questo può portare all’osteomalacia e all’osteoporosi, con conseguente aumento del rischio di fratture ossee.

Quali fattori influenzano la carenza di vitamina D?

Quando i livelli sono inferiori a 30ng/mL, la vitamina d è considerata insufficiente. Questi sono i principali fattori che possono influire:

  • Colore della pelle: più la pelle è scura, minore è la capacità del corpo di assorbire i raggi UVB.
  • Mancata esposizione al sole: in questi casi è importante assumere la vitamina D dalla dieta e sotto forma di integratori.
  • Allattamento al seno: per i bambini allattati al seno si raccomandano 400 unità internazionali (UI) al giorno di vitamina D per via orale.
  • Adulti anziani: l’età avanzata riduce la capacità della pelle di sintetizzare la vitamina.
  • Persone con patologie che limitano l’assorbimento dei grassi: l’assunzione della vitamina liposolubile dipende dall’assorbimento da parte dell’intestino dei grassi assunti con la dieta.
  • Obesità: alti livelli di grasso corporeo possono diminuire la capacità della pelle di assorbire la vitamina D.
  • Bypass gastrico: può causare un deficit, in quanto riduce parte dell’intestino.

La vitamina D3: un elemento fondamentale per la salute

La vitamina D3 è un nutriente essenziale per la salute. Aiuta ad assorbire il calcio, uno dei principali elementi costitutivi di ossa forti, e previene malattie ossee come l’osteoporosi. È inoltre necessaria per i muscoli.

In caso di carenza di vitamina D3, oltre a rimediare con l’alimentazione o con una corretta esposizione al sole, possiamo scegliere di assumere degli integratori. Orgono Articomplex, ad esempio, è un integratore composto da magnesio, zinco, vitamina C, silicio organico e vitamina D3. Il sistema nervoso ha bisogno di questa vitamina per trasportare i messaggi tra il cervello e il resto del corpo, mentre il sistema immunitario ne ha bisogno per combattere batteri e virus e prevenire le malattie.

New Call-to-action

Lascia un commento

Non ci sono commenti

​ ​